Blog

E-commerce in Italia: numeri e trend

Da quando internet, i computer e l’hi-tech sono entrati a far parte della nostra vita quotidiana, abbiamo assistito a un’evoluzione costante di tutti gli ambiti che essi influenzano. Uno degli ultimi figli del progresso tecnologico è proprio l’E-commerce.

La nuova frontiera del commercio è quello online. L’e-commerce sta attraversando un boom. Si tratta di un effetto della crisi? Alcuni economisti ritengono che alla chiusura di attività ed esercizi commerciali ha fatto seguito l’apertura di tantissimi shop online, che hanno fatto innalzare l’asticella dell’e-commerce.

 

Dati alla mano: I trend dell’e-commerce in Italia

Secondo i pronostici la crescita continuerà. Quali sono i numeri e i trend del settore in Italia?

Si registra in Italia un aumento pari al 17% dal 2016 al 2017: gli italiani hanno acquistato online più che mai, spendendo ben 23,6 miliardi di euro, di cui 12,2 miliardi riguardano i prodotti, mentre i restanti 11,4 miliardi fanno riferimento ai servizi. Il dato è storico, perché per la prima volta in Italia il mercato dei prodotti supera quello dei servizi. Quali settori hanno trainato la crescita?

Il capofila è quello relativo all’informatica e all’elettronica, che è aumento del 28%: parliamo di 4 miliardi di euro di acquisti. Segue l’abbigliamento con un fatturato di 2,5 miliardi.

Cifre più basse - pari a 900 milioni - ma percentuali di crescita elevatissime sono state registrate nel mercato del food e nel mondo dell’arredamento, rispettivamente col 43 e 31 punti percentuali. Ottimi risultati anche nel settore dell’editoria: gli utenti hanno acquistato online per un totale di 840 milioni di euro.

L’impennata è stata causata anche da validissime strategie di marketing adottate dalle aziende colosso del settore, come Amazon, e dalle “ricorrenze” indette online, come gli ormai famosissimi Black Friday e Cyber Monday.

E-commerce e digital marketing: il binomio vincente

Il modello di business è vantaggioso da tantissimi punti di vista, tant’è che migliaia di commercianti si sono convertiti al commercio elettronico, che negli ultimi 10 anni ha conquistato il web di tutto il mondo. Quando si tratta di web, protagonista assoluto è il digital marketing che, abbinato al modello dell’e-commerce, diventa l’occasione per creare una strategia vincente. Come si crea un e-commerce?

Le domande da porre prima di tutto riguardano: Quali sono gli obiettivi? Qual è il nostro target? Chi sono i nostri competitor? In una parola, devi condurre un’analisi di mercato i cui risultati siano in grado di fornirti risposte abbastanza dettagliate da permetterti di mettere su una strategia vincente e mirata.

Passiamo al lato più tecnico: qual è la piattaforma più adatta per la vendita dei tuoi prodotti/servizi? La maggior parte delle aziende puntano su Magento, uno dei più famosi software per la gestione dell’e-commerce, accanto a WordPress col suo plugin WooCommerce, Joomla con VirtueMart e PrestaShop. I parametri più importanti da tenere in considerazione per scegliere quello che risponde meglio alle esigenze del tuo business sono:

  • Le funzionalità offerte dalla piattaforma;
  • La semplicità, sia nella navigazione per il cliente (Customer Experience), sia nella gestione da parte del team aziendale;
  • La possibilità di integrazione con altri tool;
  • La possibilità di ottimizzare i contenuti in termini SEO;
  • I margini di personalizzazione a livello grafico;
  • La possibilità di elaborazione di report e statistiche.

Infine, una delle novità del momento riguarda la possibilità di acquistare online attraverso i social, senza essere reindirizzati a una pagina esterna. Si chiama Social Commerce ed è una funzionalità sia di Facebook che di Instagram. Si tratta di un’opzione ancora in fase di sperimentazione ma, considerando l’aumento degli acquisti da mobile, il pulsante “Acquista” promette già ottimi risultati.