Blog

Brand Awareness aziendale, che cos'è e come svilupparla

Nell’universo del marketing esistono una serie di termini che vengono costantemente presi in considerazione in ogni azienda. Tra i tanti, un posto di spicco occupa sicuramente il concetto di Brand Awareness aziendale. Vediamo insieme cos’è la Brand Awareness e come svilupparla.

Immaginiamo un parametro che misuri la conoscenza del nostro marchio tra il pubblico dei consumatori, tutti potenziali acquirenti del prodotto/servizio che vendiamo. L’awareness di un’azienda è la consapevolezza del brand, cioè se le persone lo conoscono, lo acquistano e lo apprezzano, venendo qui in considerazione anche il concetto di Brand Reputation, a esso collegato, che vedremo in seguito.

Fin qui, può sembrare tutto abbastanza semplice e lineare. Ma la notorietà del marchio deve essere creata ab initio. Come sviluppare la brand awareness dell’azienda? 

Una buona consapevolezza del brand passa anche attraverso quella che gli esperti del digital chiamano Brand Identity, cioè l’identità del marchio, il messaggio che esso veicola e suggerisce al consumatore.

In secondo luogo, è molto importante che l’utente, nel momento in cui atterra sul sito web e sulla sezione del blog aziendale, riesca facilmente a trovare ciò che cerca. In una parola, è necessario fornire all’utente una buona esperienza di navigazione, che in termini tecnici viene chiamata user experience

Un ingrediente principale che contribuisce in buona percentuale a formare la brand awareness è dato dalla presenza dell’azienda sui social media. Difatti, quanti di voi sono soliti cliccare sulle ricerche di Facebook per avere maggiori informazioni sul locale incrociato per strada o sull’attività di cui gli ha parlato l’amico?

Inoltre, una pagina social aggiornata (che sia Facebook, Instagram, Pinterest o diverse piattaforme insieme) è una vetrina che contribuisce a formare l’opinione soggettiva che il potenziale cliente ha di te e della tua azienda, oltre ad aiutarti ad entrare in contatto con chi potrebbe essere interessato ai tuoi prodotti e/o servizi. E a questo punto viene in considerazione anche il concetto di Brand Reputation, che consiste nel grado di affidabilità che il tuo marchio possiede, la quale viene influenzata da parametri come la tua capacità di gestire la comunicazione col cliente, fornire quanto richiesto e - ultimo ma non per importanza - farlo in tempi abbastanza brevi, valutata in termini di “reattività ai messaggi”.

La Brand Awareness, una volta sviluppata, va costantemente migliorata. In questa fase un ottimo strumento è rappresentato dalle campagne pubblicitarie, sia su Facebook che via Google Adwords, le quali possono incrementare il traffico al tuo sito e, conseguentemente, le possibilità che gli utenti - navigando - abbiano un’esperienza positiva e siano interessati al tuo prodotto.

L’ideale sarebbe che il consumatore, nel momento in cui realizza il bisogno di un determinato prodotto, pensi direttamente al tuo brand, piuttosto che a quello dei tuoi competitor. In tal caso, la strategia aziendale adottata mostra i suoi frutti, perché vuol dire che si è tradotta in vendite e fatturato. Quindi, a conti fatti, le implicazioni pratiche di una buona brand awareness si riflettono in termini di guadagni.